La storia di Gregorio Valvo
 

Nel corso dei suoi trenta anni di attività giornalistica in tante testate giornalistiche (è vanto per lui essere stato forgiato nelle calde e illuminate fucine de L’ORA di Palermo), ha appreso l’arte dello stare sulla notizia da Agostino Sangiorgio e Antonio Calabrò, sotto la direzione di Vanni Nisticò, assieme ai sempre attivissimi RAI-men Gianni Dupplicato, Guglielmo Troina e Nino Amante; ha conosciuto il mondo sotto i molteplici aspetti che la vita offre alle considerazione di un cronista d’assalto. Indimenticabile per lui l’esperienza Gazzetta del Sud ed esaltante quella lunghissima al Giornale di Sicilia con l’instancabile disegnatore di pagine Corrado Maiorca. Ora per La Sicilia, dove giunge sospinto dall’amicizia di Gigi Macchi e Salvo Benanti. Sono le esperienze più in vista per Gregorio Valvo e andare oltre sarebbe dispersivo. Radio e TV la sua vera passione, quella che gli ha permesso –e gli permette quotidianamente ancora- di esprimersi… a braccio.